L’investimento immobiliare: gli ingredienti.

Le ricette di un investimento immobiliare soddisfacente


Sfatiamo un mito: non e’  vero che la buona riuscita della costruzione di un palazzo sta’ nella prima pietra o nelle fondamenta. I buoni presupposti nascono da un buon progetto e dalla congruenza di questo con la prevedibile risposta di mercato alla realizzazione completata.

Similarmente un buon investimento nasce dall’identificazione dei parametri soggettivi riguardanti ad esempio:

  • La disponibilità del montante da utilizzare in termini quantitativi e temporali
  • Le aspettative di rendimento
  • La conoscenza dei rischi dell’operazione
  • La predisposizione del “piano B” in caso di aspettative disattese

Successivamente è necessario individuare una coerente opportunità da sviluppare unitamente alla conoscenza e le relative prospettive di sviluppo dell’operazione. Diventa fondamentale saper interrogare analiticamente le numerose banche dati disponibili, tra cui quella degli immobili pignorati o in sofferenza o con caratteristiche difficilmente richieste dal mercato ma con possibilità di conversione.

Questa fase impone una profonda conoscenza del mercato in termini statistici e di potenzialità, meglio se valutati giorno per giorno sulla base delle sensazioni ed osservazioni di chi è alla ricerca di una casa. Un buon investimento infatti non può prescindere dalle necessità espresse da un mercato in continua evoluzione. Ovviamente le necessità interpretate non devono sopravalere sulla conoscenza approfondita degli aspetti tecnico-fiscali da affrontare nella loro completezza e quindi sui relativi costi da affrontare.

Individuata la giusta opportunità da sviluppare e i relativi spazi operativi, dovranno essere individuati gli opportuni strumenti da utilizzare, tra i quali ricordiamo:

    • Utilizzo della leva finanziaria offerta da un finanziamento esterno
    • Predisposizione dell’eventuale cessione del preliminare

 

  • Valutazione dei vantaggi offerti dalla riqualificazione energetica e dalla ristrutturazione
  • Predisposizione dell’adeguato canale da utilizzare per un eventuale locazione.

E’ evidente che lo schema presentato assume un riferimento a carattere generale mentre ogni operazione richiede invece almeno un elemento particolare che rende ogni operazione diversa l’una dall’altra, assumendo un ruolo fondamentale per la riuscita dall’investimento.

Programmazione e consulenza pertanto racchiudono la sintesi di una buona operazione immobiliare; ecco perchè un buon risultato dipende dalla squadra motivata ed organizzata e non dal singolo individuo.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: